Home / SOFFRIRE PER AMORE / Come superare un tradimento

Come superare un tradimento

Come superare un tradimento, che bella domanda e soprattutto, ci sarà una risposta? Ma cominciamo da capo. Sto scrivendo qui perché sto soffrendo molto. Ho bisogno di tirare tutto fuori e di sfogarmi altrimenti impazzisco. Perché quello che sto vivendo è così personale che non lo posso raccontare a nessun familiare o amica. Sono sposata da 4 anni e abbiamo una splendida bambina, la ragione della mia vita. Certo, da quando è nata lei tra noi due non sono state rose e fiori, lo stress è aumentato, ma dicevamo di essere pronti per questo salto, mentre credo che lui non lo fosse. Da quando è nata è diventato più nervoso, intrattabile, scontroso, è solo amorevole con la bambina ma nei miei riguardi lo zero assoluto. Poi ecco, scopro che mi ha tradita, e che lo fa con una certa regolarità, perché si vede due volte alla settimana con una sua collega di lavoro (anche lei sposata e con due figli).

Avrà pure mille difetti ma avrei messo la mano sul fuoco che mai sarebbe arrivato a tanto. Ho scoperto il tutto perchè avevo trovato la password del suo skype ed entrando ho visto che era questa la loro forma di comunicazione scelta. Si davano appuntamento, si scrivevano le peggio porcherie sessuali, lei gli diceva che il cornuto (il marito) era uscito e che desiderava che ci fosse lui al suo letto. Credetemi, mentre leggevo mi crollava il mondo addosso, e non solo, aveva anche altre conversazioni con altre donne (ma in questo caso niente di concreto). Il bello è che la troia si comportava da vera amica con me, perché era capitato di uscire insieme tra coppie.  Ho stampato la conversazione con lei e glielò messa sul cuscino e sono andata con la bambina a casa dei miei. Mi ha chiamato supplicandomi di perdonarlo, che era una storia finita, che non può vivere senza di me. Vuole assolutamente che torni a casa per il natale, vuole che torniamo ad essere una famiglia felice.

Il bello è che lo amo e non so vedermi senza di lui, ma come faccio a perdonarlo? Chi è davvero quell’uomo con cui ho vissuto per 4 anni (e fidanzata da 5)? Per il bene di nostra figlia lo perdonerei, ma io non c’è la faccio, è più forte di me. Non so dove sbattere la testa e cosa fare. Scusate se mi sono prolungata, ma chi di voi ha vissuto un tradimento? Come lo avete superato? Avete mai perdonato un tradimento?

Grazie.

da: Ali

4 Commenti

  1. Secondo un tradimento non si supera, anche se tornate insieme il tradimento resterà sempre come una cicatrice.
    Io ti consiglio di aspettare, non avere fretta, datti il tempo di riprenderti. Adesso nemmeno riusciresti a guardarlo in faccia ed inoltre dovresti sentirgli dire così tante cazzate che ti arrabbieresti di più.
    Prenditi almeno 1 mese, così che lui si convinca che stavolta sta rischiando grosso, se lo perdoni facilmente lo sai quanto ci mette a tradirti di nuovo.
    Comunque ti sono vicina e ti abbraccio.

  2. Sono d’accordo. Stai lontano da lui almeno due mesi, non rispondere alle chiamate. E la bambina fagliela vedere tramite i nonni o altre persone. Non far soffrire la bambina che non c’entra nulla.

    Poi vai a picchiare la troia e rovinale il matrimonio spedendo la conversazione al marito di lei:)

    Gli uomini fortunati non si rendono conto della fortuna che hanno essendo amati finche’ non perdono tutto facendo queste cazzate.

    Tra tre mesi, se sentirai cosi il bisogno, ci penserai a perdonarlo.
    Lascia stare natale e’ una festa come un altra.
    Distruggi la famiglia della troia ! Che se lo merita (spedisci la conversazione a lui e a lei in ufficio) cosi sicuro la leggono..:) tutti!

    Non mollare sono con te.
    Ciao . Simone

  3. Ps..: secondo me un tradimento non si puo’ perdonare.
    Ma saro’ troppo geloso io o troppo strano.
    Comunque, non adesso. Adesso devi rovinarli:)
    Ciao..

  4. Non è facile superare il tradimento di tuo marito perché una donna tradita si sente umiliata. Poi, farlo con quella che sembrava fosse anche un’amica, ma sai, questo è un classico.
    Però, io sono stata tradita ed ho perdonato. Perché l’ho fatto? perché speravo che quell’uomo ce avevo spostato padre dei nostri due bambini, potesse in qualche modo redimersi.
    Posso dirti che all’inizio sembrava davvero pentito, era cambiato, tutto sembrava più bello, ma poi non ho retto e l’ho lasciato.
    Erra una continua lotta con me stessa, non riuscivo più ad auto ingannarmi.
    Non lo so se ho fatto bene, non sono felice adesso ma lo ero meno restando con lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *