Home / PROBLEMI DI CUORE / Come ne esco da tutto questo?

Come ne esco da tutto questo?

Ciao a tutti, vi chiederei gentilmente di non giudicarmi, perchè lo faccio già da sola e sarei la prima a giudicarmi vedendo il tutto da fuori, ma invece ci sono dentro e ci sono dentro fino alle ossa, come molti di voi, leggendo un po’ di racconti qui presenti, evidentemente la situazione è più comune di quanto io potessi immaginare, il che è anche molto triste perchè mi dà ancora un’ulteriore conferma che mai riuscirò a credere nell’amore eterno.
Non sono una ragazza che appena vedi dici “con questa mi passerei una notte di fuoco” non sono una ragazza appariscente, anzi, sono timida, sono introversa e per nulla maliziosa. Non sono una ragazza facile, nella mia vita ho avuto due ragazzi e ho 30 anni. Non sono la tipica ragazza che ti porti a letto, sono una ragazza che ama conoscere l’altro, che ama ascoltare, che ama capire e condividere.
Premesso questo, mi trovo nella situazione che meno si avvicina al mio modo di essere, è iniziato tutto un anno e mezzo fa, quando appena arrivata nel posto di lavoro, un collega, senza che io facessi nulla, mi ha notata e ha iniziato a scrivermi. Io rispondevo per educazione, ma mai gli ho dato motivo di pensar potesse interessarmi, e infatti non mi interessava, 1) perchè ero appena uscita da una storia di 5 anni 2) perchè non ne ero attratta 3) perchè è sposato.
Fatto sta che pur continuando a vederci nell ambiente lavorativo, non abbiamo avuto più contatti per un anno … poi è ricomparso e ho ceduto..sono 5 mesi che ci sentiamo quotidianamente con mille messaggi (quando la moglie non è presente), 5 mesi che appena riusciamo ci incontriamo e ci regaliamo attimi di piacere, anche se l’atto vero e proprio del far sesso non è ancora accaduto, o meglio una volta ci abbiamo provato ma lui ha raggiunto immediatamente l’apice del piacere .. e quindi è finita li..giustificando il fatto con “sono preso mentalmente”… prima lui e poi io abbiamo provato a staccarci, a non sentirci, ma duriamo al massimo 2 giorni, poi ci risentiamo dicendoci quanto ci sia mancato il dialogo quotidiano. Continuiamo a ripeterci che è una storia di solo sesso (che non avviene per altro, come dicevo) ma continuiamo a gestire il tutto come se il sesso fosse in secondo piano, condividendo ben altre cose.
Voi cosa ne pensate? Siamo andati oltre? C’è dell’altro e quindi in realtà ci stiamo solo facendo del male reciproco? Io sono conscia che la moglie non la lascerà mai, mi chiedo solo dove ci porterà tutto questo, Mi chiedo se possa amare ancora la moglie o se prova solo un grande affetto, mi chiedo cosa realmente possa provare lui per me ma soprattutto mi chiedo come posso uscirne ora che ci sono cosi dentro 🙁

da: Cecilia

5 Commenti

  1. Mi piange il cuore a dirtelo, perche’ e’ chiaro che stai soffrendo, ma questo rapporto, per quanto mi riguarda, non ti portera’ da nessuna parte.
    Lo credo principalmente perche’ entrambi avete cominciato una relazione gettando come fondamenta il suo tradimento alla moglie e la tua consapevolezza del fatto.
    Sorrido quando ascolto frasi come “in guerra e in amore tutto e’ concesso”, sono storielle che ci si racconta per giustificare comportamenti aberranti, la realta’ e’ che se lui e’ avvezzo al tradimento non dormirai mai sonni tranquilli, potresti semplicemente essere la prossima ad essere abbandonata, vi mancano qualita’ morali, quelle che in presenza di un uomo sposato ti fanno dire “neppure per sogno”, quelle che a lui impediscono di troncare la relazione con sua moglie ma non gli impediscono di riempirti di messaggini.
    Il pseudo sesso potra’ essere divertente, appagante mentalmente, magari anche non troppo compromettente dal vostro punto di vista, ma dipende dalla sensibilita’ personale, per quanto mi riguarda anche un bacio e’ bastato per segnare la mia vita e determinare la fine del mio matrimonio.
    Aiutaci a capire meglio cosa provi.

    • Concordo con ogni tua parola, infatti non mi riconosco, non so cosa sto facendo..va contro ogni mio principio, ogni mia idea di amore e rispetto…non so cosa provo..non credo di esserne innamorata, ma credo di esserne dipendente..

      • E’ la stessa cosa che ha detto mia moglie quando le ho chiesto il perche’ di un comportamento cosi’ superficiale, probabilmente certi sentimenti, certe sensazioni che provi e che nonostante tutto apprezzi, sulla bilancia della tua vita hanno un peso considerevole.
        Non e’ di per se un fattore negativo, stai solo cercando di essere felice, e’ che nella discesa a tutta velocita’ dalle montagne russe si perdono dettagli importanti, persone che soffrono, relazioni che si interrompono, famiglie a pezzi.
        Sei tu che, a giro finito, devi chiederti se ne valeva davvero la pena, mia moglie ha solo certezze granitiche quindi non posso che lasciarla andare, ma se mi volto e guardo le macerie non sono cosi’ convinto che la felicita’ temporanea di una persona valga tutto questo dolore nel prossimo.

  2. Cara Cecilia, mi spiace dirtelo, ma questa persona non ama né te né sua moglie.
    1 perché se amasse la moglie non la tradirebbe
    2 se fosse innamorato di te, cercherebbe un dialogo con la moglie per porre fine al loro matrimonio e portare avanti la vostra storia alla luce del sole.
    Io credo che per lui non sia altro che una “avventura”, chiamiamola così, per spezzare la routine quotidiana.
    Da come ti descrivi, tu sei una delle poche brave ragazze rimaste in circolazione. Il mio consiglio è di non cambiare per lui. Sì, perché se continui questa cosa con lui prima o poi sarete scoperti, e verrai etichettata come “cacciatrice” di uomini e poco di buono. Cosa che mi pare di capire non sei. Mi rivedo un po’ in te. Ho 38 anni, ho avuto solo 2 storie importanti, una delle quali mi ha portato al matrimonio (non felice, ma non per questo vado in giro a cercare avventure). Ed una storia di solo sesso, con una donna sposata ma avevo solo poco più di 20 anni ed ero single, come te. Quando ho capito che si rischiava troppo come coinvolgimento etc etc, ho tagliato. Non aveva senso proseguire.
    Il mio consiglio spassionato, è di troncare da subito ogni rapporto con lui. Ti porterà solo sofferenza e nient’altro.
    un abbraccio

  3. E’ brutto dirlo, ma credo che , se continuerà, questa storia ti porterà alla solitudine, perché innamorarsi di una persona sposata significa secondo me rimanere chiusi in un circolo vizioso del tipo: mi sento legata ma non lo sono, quindi non frequento nessuno, nessuno mi attrae, nessuno regge il confronto con lui inaccessibile, ma non ho le gioie dello stare insieme, della condivisione. Adesso puoi ancora uscirne, ma quando inizierete ad avere veramente rapporti sessuali il coinvolgimento aumenterà e resterai sempre più invischiata, sarà sempre più difficile staccarsi, inizieranno le illusioni. Non l’ho provato di persona ma credo che sia così. Ci sono persone che si separanodal marito o dalla moglie ma per arrivare a questa decisione impiegano anni e non e’ detto comunque che lo facciano, anzi e’ molto raro. Come ne esci? Secondo me solo con la tua forza di volontà, il tuo pretendere di più per te stessa prima che sia tardi, il troncare ogni comunicazione possibilmente facendoti aiutare da un’amica a distrarti, parlando con persone che ti siano vicine e che possano aiutarti a vedere tutto con lucidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *