Home / RINASCERE / Come imparare a stare soli

Come imparare a stare soli

Sono Aida, ho 26 anni, mi sono fidanzata a 16 anni per 8 lunghi anni, una relazione con un ragazzo più grande, con il quale ho scoperto l’amore e non solo, è stata la mia finestra sul mondo, ho iniziato a mettere i piedi fuori casa insieme a lui. È stata una storia profonda, importante, il mio primo innamoramento, fatta di alti e bassi perchè io molto giovane e lui 6 anni in più, dovevamo modellarci e io capire il mio carattere. L’ho lasciato perchè ci stavamo peggiorando, eravamo diventati pigri, svogliati, nervosi, con poca voglia di nuove avventure ed esperienze. Erano anni che stavo male senza riuscire a sistemare il rapporto, provandoci sempre, dicendoglielo, parlandone ecc ma senza soluzione. Non c’era più neanche passione, sembravamo una coppia di ottantenni.
Ho conosciuto un altro ragazzo, forse idealizzandolo un po’ troppo, colpi di fulmine per le, volevo innamorarmi, e mi ha dato la spinta per chiudere la mia storia  importante, familiare, sicura ma senza passione e vitalità.
Con l’altro è stata subito una storia superappassionante, innamoramento folle, tanta intimità, quello di cui avevo bisogno.
Ma il fantasma dell’ex ha sempre bussato alla mia mente: mi mancava, ero in colpa ecc.. anche se sapevo che non potevo vivere a 25 anni il sesso e l’amore come una di 80, ma ero dipendente da lui e per tutta la storia con l’altro l’ho sempre pensato.
Questo ha provocato la disfatta del nuovo amore, abbiamo compreso che non ero pronta e abbiamo chiuso dopo 1 anno e mezzo.
Ho omesso le scenate di panico, ansia, depressione nell’inframezzo,  ma di crisi di disperazione le ho avute eccome.
Ora ho capito che devo stare sola, perchè non ho ancora superato il lutto per il primo e mai potrò avere storie che funzionano. Sto male per il secondo perchè ero innamorata ma non pronta di viverla. E ora mi sono imposta di stare sola. Ma non so come si fa. Sto male. Ho attacchi d’ansia. Paura. Disturbi ossessivi compulsivi. Tristezza. Svogliatezza. Non so come fare a stare bene e felice da sola, senza compagno.
La teoria la conosco: gli amici, svago, fare cose che mi rendano soddisfatta di me ecc
Ma non mi sento motivata, non sono mai stata senza un fidanzato. Non so proprio come fare.
Qualcuno è stato in grado di superare una storia imparando a stare bene da solo e a essere felice senza sentirsi completo solo con il proprio amore?
Ho bisogno di voi.
Grazie

da: Aida

3 Commenti

  1. Ciao, bhe io sono solo da anni ho imparato a starci ma il mio caso è diverso ho sofferto tanto e sono stato ingannato e alla fine mi sono ammalato gravemente per questo, l’essere umano è fatto per socializzare stare in gruppo è innaturale stare soli lo so e si soffre si sta male alcuni momenti sono tremendamente difficili devo ammetterlo ma il dolore che ho provato è stato troppo grande così grande che se mi capita l’occasione di un nuovo rapporto mi viene subito in mente questo dolore e desisto mi allontano subito, non puoi stare sola devi capire che il tuo problema è che ti senti i colpa perché credi di aver pensato solo a te stessa, 8 anni sono molti ma c’è gente anche qui che ha perso 30- 40 anni eppure ricomincia ti serve tempo non stare sola e se proprio ci vuoi stare sappi che è una sofferenza infinita per tutti i giorni , io ti auguro di trovare una persona che ti ami veramente perché conosco la solitudine è una prigione dove si soffre ogni minuto ogni secondo , ti auguro ogni bene buona fortuna

  2. Se lo ami ancora torna da lui è siate una coppia più solida!

  3. Purtroppo, e lo sto comprendendo ora, dopo una storia importante c’è necessità di ritrovare il “se stessi” che molto spesso in un rapporto di coppia si perde di vista. E’ difficile perchè stai bene con il nuovo compagno, ma senti che in alcuni momenti ti manca qualcosa, ti manca il tuo ex. Ti faccio un grande in bocca al lupo, è difficile stare da soli, ma devi darti del tempo per comprenderti e capire bene chi sei, solo così sarai pronta per lasciare spazio nel tuo cuore ad una persona con cui costruire insieme un futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *