Home / PROBLEMI DI CUORE / Avances da un uomo fidanzato

Avances da un uomo fidanzato

Salve a tutti, vi scrivo ciò che mi è successo. In pratica un uomo di una decina d’anni più grande di me ci sta provando di brutto. Il fatto è che è fidanzato e convive.
Lo ho conosciuto per caso e per motivi legati all’università sono stata a contatto con lui per circa un mese. In questo periodo non mi ha mai dato modo di farmi pensare che avesse un interesse per me, non mi ero mai posta il problema fino a che, qualche settimana fa, gli ho scritto.
Lo so, potete dire che me la sono cercata, ma sinceramente non volevo lanciare nessun messaggio subliminale, era una cosa molto innocente la mia (gli ho chiesto come stava lui e come stavano gli altri che avevo conosciuto, è stata una conversazione brevissima finita subito).
Da li ha iniziato a scrivermi e ogni tanto fa allusioni tipo “vorrei vederti coi tacchi”, “mi fai fare cattivi pensieri”. Io facevo finta di nulla. Inoltre mi blocca sul cellulare e mi sblocca quando non c’è la sua ragazza.

A questo punto mi viene da pensare che gli interessavo anche prima, poi quando ha visto che gli ho scritto si è “fatto coraggio” tipo.
Però boh. All’inizio ero quasi divertita da questa storia. Mi chiedo, come fa un uomo di 35 a pensare di mettere nei casini la sua relazione per fare il cretino con una ventenne? Che poi io non gli ho mai mostrato interesse, assolutamente. Quindi perché rischiare così tanto?
Pensavo quasi che fosse tutto uno scherzo architettato da lui e gli altri amici che ho conosciuto anche io (ok, un po’ esagerata come cosa). Però ieri parlando su whatsapp diceva cose tipo “se fossi sulla retta via non ti starei scrivendo…”, “dovrei non scriverti più… infatti ti blocco, ma non basta..”, “il problema sono io”.
E poi dice che ha dei sensi di colpa. Boh io non lo capisco. Cosa lo ha spinto, e continua a spingerlo, a scrivermi? (Ok, la risposta probabilmente è  “la f*ga”).
Peró sinceramente non penso di essere quella strafiga per la quale si possano pensare di fare queste cose. Cioè, dico, se proprio devi rischiare, rischia con una per cui ne vale la pena.
Mi ricordo che una volta, prima che iniziasse questa corrispondenza telefonica, c’è stata una conversazione sul tradimento (stavamo parlando io, lui e un terzo signore sui 50 anni). Il signore stava dice di che lui non aveva mai tradito la sua donna e per lui era imperdonabile tradire, allora quello che ci prova con me aveva detto che anche per lui era così però nella vita non si può mai sapere. Ho provato a intervenire dicendo che anche per me il tradimento è un gesto da non fare e lui mi ha tipo zittita dicendo “cosa ne vuoi sapere, hai solo 22 anni, non puoi sapere cosa accadrà “. A questo punto mi viene da pensare che già allora aveva certi pensieri per la testa.

Comunque boh. All’inizio ripeto, ero quasi divertita, ma facevo finta di niente, anzi cercavo di cambiare discorso e volevo a un certo punto dirgli di smetterla.
Adesso invece ci sto..prendendo gusto, e non mi dispiace affatto parlare con lui.
Però è chiaro che è una cosa che non andrebbe moralmente fatta.
Scrivo qui perché vorrei sentire le vostre opinioni, che magari mi facciano rinsavire oppure boh. Ora come ora non me ne “frega” sostanzialmemte nulla di lui, non sono sentimentalmente coinvolta, ma ho paura che potrebbe succedere se va avanti quindi non conviene. No poi cavoli, la sua ragazza non se lo merita.
E poi vorrei capire cosa è saltato in mente a lui. Grazie per l’ascolto.

da: Sele

18 Commenti

  1. Io ingaggerei uno stornellatore romano e registrerei il seguente messaggio vocale da inviargli: ” AH MORTO DE F…! “. I trecento euro meglio spesi della tua vita, GUARANTEED!

  2. Prima ancora di interrogarmi sulla morale, al tuo posto mi chiederei se mi stesse bene essere usata nel modo che hai descritto da un soggetto che si comporta con te come hai descritto. Fermo restando che tutto dipende da cosa cerchi tu dalla situazione.

    • Non penso che essere usata sia il termine esatto, siccome a me frega poco e niente. Sarebbe proprio una cosa fatta tanto per “divertirmi”, se vogliamo, quindi non vedo perché dovrei essere usata se, poniamo il caso, decidessi di portare avanti questa storia.

      • Probabilmente Luna è riuscita a spiegare il concetto più efficacemente di quanto abbia fatto io.

  3. Tu sei molto giovane, forse non ne hai fatto mai esperienza, ma ci sono persone che sono annoiate del loro rapporto e cercano distrazioni con altre ragazze, o per andarci a letto o, se non ne hanno neanche il coraggio, semplicemente per divertirsi un po’ facendo i piacioni. Non vorrei stare nei panni della donna di uno di loro e penso che tu dovresti troncare subito questo giochetto infantile essendo tu stessa una donna. Ovviamente con lantua mail hai dato il là ad un comportamento che lui avrà già messo in atto con tante donne. Non pensare di piacergli e chelui sia tormentato dall’essere impegnato come ti fa capire. E’ solo un gioco e dovresti sentirti umiliata dal fatto di venire periodicamente bloccata. Scusa la franchezza ma credo che molti pappagalli perderebbero il viziose sbattessero la testa contro… il nulla invece di trovare ragazze che si compiacciono dei loro complomenti.In bocca al lupo!

    • Non mi compiaccio dei suoi complimenti.
      Non me ne frega nulla sostanzialmente. No, lui non mi interessa nel sensp romantico del termine, come nemmeno io gli interesso nel senso romantico del termine.
      Non so, penso che tu stia generalizzando quello che ho detto. Mi sembra che tu parta dal presupposto che tutte le donne si innamorino di belle parole o complimenti che un tizio a caso le fa. Sono solo una giovane donna single che ha voglia di divertirsi e vede un’occasione, che peró chiaramente presenta dei limiti.

      • Quello che mi meraviglia e’ che tu abbia scritto qui, su un sito che si intitola Soffrire per amore, e poi dici che non te ne frega nulla. Ma allora perché inserirsi in una coppia solo per divertimento? La donna di quest’uomo potrebbe essere una di quelle persone che scrivono qui perché hanno scoperto che il loro uomo le tradisce e ci soffrono ( accade anche il contrario ovviamente). Dici tu chi se ne frega, ok va benissimo, ma un giorno potresti essere altra parte quindi bisognerebbe anche mettersi nei panni degli altri prima di decidere di divertirsi. Io stessa ho fatto tanti errori (non stare con una persona impegnata ma lasciare dopo aver tradito) quindi non mi permetto di fare la morale ma almeno l’ho fatto per amore non per divertimento e ho rischiato grosso infatti ho affrontatomolte difficoltà. Sono arrivata su questo sito perché sbattevo la testa per una relazione finita e ho trovato conforto nel leggere parole d’amore autentico qui. Non ho ancora avuto il coraggio di raccontare la mia stori ma magari lo farò. Perciò non capisco perché scrivere qui se tanto e’ solo un gioco e ti ho scritto come la penso poi ognuno fa della sua vita ciò che vuole (ma indirettamente e’ anche la vita degli altri questo va ricordato). Ciao

  4. Cosa è saltato in mente a lui? Cavolo ma dai ancora una si fa queste domande? Sei una donna, giovane e respiri. Questo basta per il tuo 35enne convivente. Se tu ci starai sarai un’altra tacca sul suo calcio della pistola, altrimenti sarai una con cui non ci è riuscito. Quindi passerà a un’altra.
    Sinceramente non so come tu abbia voglia di andare a cacciarti in un casino che non promette niente di buono. Dici che non ti interessa poi molto, che non sei innamorata e che per adesso è solo un gioco. Ma hai scritto qua. Quindi è più di un gioco.
    Ora vorrei convincerti illustrando il classico futuro che potrai sicuramente trovarti qualora deciderai di andare con questo tipo:
    Dopo un iniziale periodo di euforia ti accorgerai di essere la ruota di scorta di questa persona, e che i momenti di felicità che questa relazione ti dà sono molto di meno dei momenti di profonda sofferenza. Perché nel frattempo ti accorgerai di essere innamorata persa, e di soffrire come non mai. In ultimo apri un nuovo post qua chiedendo come fare a non soffrire perché ti senti usata, messa in secondo piano, e non sai come fare a far si che lui lasci la convivente.
    Insomma un classico, e posso dirti che la storia è sempre uguale.
    Perciò dai retta a me, con tanti uomini in giro proprio uno così più grande e impegnato ti devi andare a prendere? Hai la vita davanti e un numero imprecisato di giovani uomini liberi a disposizione. Non ti fissare con quelli che hanno già una persona accanto e che non la rispettano nemmeno. Già un uomo così non è il massimo cui aspirare.

  5. Sele, se tu la vedi come un’occasione da cogliere, sei ovviamente liberissima di farlo. Solo chi vuole davvero semplicemente ‘divertirsi’, approccia le situazioni tipo ‘quando l’altro/a c’è, bene, quando non c’è, bene lo stesso’. Mi viene quindi da pensare che piuttosto che per chiedere un parere tu abbia scritto qui per avere indicazioni su come diventare tra voi due quella che detta le condizioni invece di subirle…cosa che temo in una situazione del genere difficilmente sia possibile.

  6. Correggo: “Solo CHE chi….”

  7. Ciao personalmente inanzittutto ti dico che per me l’eta in amore non conta,io per esempio ho 23 anni(di testa pero 40)e il mio lui ne ha 38,ci troviamo benissimo insieme conviviamo da due anni(abbiamo entrambi una nostra indipendenza)e viviamo una bellissima storia,abbiamo interessi in comune,la ragioniamo allo stesso modo,e se pur magari esternamente si potra vedere la differenza mentalmente non c’e’,abbiamo progetti futuri da realizzare insieme e anche il pensiero di avere un bimbo/a.Ti dico la mia storia non so se puo esserti d’aiuto,io il mio lui quando l’ho conosciuto era fidanzato conviveva da circa 9 anni quindi abbastanza,all’inizio per entrambi e’ stato un colpo di fulmine,ma poi non potendo essendoci la sua relazione entrambi abbiamo cercato di reprimere il nostro sentimento,per cui all’inizio non ci siamo mai detti nulla,ne scritti ne dichiarati,solo tanti sguardi e un’attrazione percepibile…io devo dire all’inizio me ne ero follemente innamorata,ma poi ho cercato di rimuovere subito evitando di incontrarlo per un anno,di frequentare i suoi ambienti,proprio perche’ sapevo la sua situazione,tra di noi comunque non c’era stato mai nulla,neanche lo scambio dei numeri…dopo pero due anni la vita me lo ha messo dinuovo davanti,lui ancora fidanzato,si e’ dichiarato a me dopo aver lasciato la compagna,a causa del fatto che non provava piu sentimenti per lei,ma solo un grande affetto…..vedi io credo che le relazioni molto lunghe portino a mancanza di emozioni,e magari ad un’apatia e non perforza l’uomo fidanzato che ci prova e’ uno stronzo probabilmente il suo sentimento e’ finito nei confronti della compagna….e ci puo stare….logicamente pero tutto questo deve avvenire con la coerenza di lui che deve lasciare lei….io ti consiglio di valutare la persona,se e’ seria,secondo te,se lo fa solo per sfizio o altro….magari indaga meglio sul sentimento di lui nei confronti della compagna…..io non credo di base all’amore eterno e ci puo stare che dopo tanti anni qualcosa si spezzi…..buona fortuna!!

    • Federica tu hai scritto:
      “vedi io credo che le relazioni molto lunghe portino a mancanza di emozioni,e magari ad un’apatia…”
      Vorrei farti notare cara Federica che non tutte le relazioni lunghe portano a mancanza di emozioni (per te è lunga una di nove anni?). Capisco che nella società moderna è difficile andare incontro ad amori felici lunghi e duraturi, ma qualcuno che resiste ci dovrebbe essere. Tra l’altro con questa affermazione ti dai la zappa sui piedi da sola. Dici che con il tuo convivente stai bene e addirittura pensi di mettere in cantiere un bambino. Dubito che tu vorresti un figlio pensando che sei sicura che la tua relazione ha una data di scadenza scritta sul retro (magari fra 7 anni visto che due sono già passati?).
      Sono comunque d’accordo su come tu e il tuo fidanzato avete saputo gestire la vostra storia perchè avete cercato di non tradire mai nessuno.

  8. Ciao Daniela, mi sono espressa male io.
    Volevo dire che delle volte relazioni molto lunghe se non curate dai due puo portare ad un appiattimento o ad una stanchezza da parte di uno, può capitare in certe circostanze non dico in tutte altrimenti i matrimoni con alle spalle 50 anni di vita insieme non esisterebbero.
    Seconda cosa si vorremo avere un bimbo,perchè è un desiderio di entrambi,non e’ detto sempre pero che l’avere una creatura debba costringere ad un amore eterno, può capitare che magari tra 3 anni mi lasci come domani, questo pero a mio personale avviso non c’entra nulla, noi nel frattempo ci godiamo l’attimo e lo stare bene, poi se saremmo capaci di coltivare la nostra relazione, perche’ no anche l’eterno sarebbe bello arrivarci.
    Con il dire non credo all’amore eterno, voglio dire che per me l’amore che si prova all’inizio e’ difficile portarlo al per sempre perche’ si trasforma in altro, affetto, stima, quotidianita’ e abitudine per cui mi rimane difficile credere che si possa provare la prima scintilla anche dopo 40/50 anni di storia.
    Con questo pero comunque metto le mani avanti perchè non l’ho mai provato, quindi è semplicemente un pensiero che ho vedendo e ascoltando testimonianze di alcuni.
    Io me lo auguro sempre di poterci arrivare con quell’entusiasmo magari e di smentire questa mia idea,ma non mi auguro di raggiungere questo se cio lo devo sentire come un obbligo, prendendo in giro l’altra persona solo perchè si è creato un equilibrio e una quotidianita’ solida nel tempo(anche con un figlio).
    Con questo concludo,non credo di avere offeso qualcuno ho semplicemente espresso una mia opinione, dico solo in conclusione che non tutti gli uomini fidanzati che si innamorano improvvisamente di un’altra donna sono stronzi, probabilmente il sentimento è finito,e l’essere uomo per me si è quando riconoscono a loro stessi che il sentimento è terminato, non dicendosi bugie a se stessi e all’altra persona,l’ipocrisia e’ il male principale con il quale si ferisce oltre che se stessi anche la persona soprattutto che si ha affianco e non c’e’ cosa peggiore.
    La vita cambia, nascono sempre situazioni nuove e non ci si deve sentire in colpa se improvvisamente ci si innamora di un altro/a,e’ cio che il destino delle volte ci riserva e noi possiamo solo che recipere i segnali che ci manda e assecondarlo.

    • Sono d’accordo con te su tante cose, ma non molto sul fatto che l’amore cambia, che non c’è più passione, che diventa abitudine dopo tanti anni. Questa cosa la dicono in moltissimi oggi, soprattutto giovani, che nemmeno sanno di che stanno parlando. Forse è vero per la società di oggi, dove tutto si consuma a ritmo frenetico, ma posso garantire, anche se il mio matrimonio è finito (ma per colpa di una malattia mentale di mio marito purtroppo scaturita a seguito di un grosso trauma) che io sono stata sposata per oltre 20 anni con tanto di 5 anni in cui siamo stati fidanzati, e io le farfalle nello stomaco per mio marito le ho sentite sempre, la passione pure e da come dimostrava anche lui. Sicuro che se lui non fosse cambiato così tanto staremmo ancora insieme, e non certo per la facciata, che trovo una cosa ridicola e ipocrita.
      Per questo volevo ribadire a voi giovani, che questa cosa dell’amore che con il tempo cambia e sembra diventare una cosetta riscaldata e tiepida in cui a 50 anni sembra si parli di due che stanno li insieme solo per non essere soli, non è vera.
      Per quel che riguarda la situazione della ragazza che ha scritto, vorrei farti notare che l’uomo in questione agisce già in malafede, dal momento che la cancella in determinate ore (sicuro quando la sua compagna può controllargli il cellulare) e la riammette quando lei non c’è.
      E’ chiaro che il tizio in questione è uno avvezzo già a questo tipo di situazioni e che non è affatto come è capitato nel tuo caso, dove invece il tuo compagno ha lasciato la sua ex prima di farti qualche proposta.
      Sulle cose che cambiano purtroppo hai ragione, nessuno può dire come sarà il proprio futuro. Soprattutto oggi che le persone sono così volubili ed egoiste preoccupate di soddisfare sempre prima i propri bisogni senza preoccuparsi magari di lasciarsi dietro cadaveri. Infatti in questo contesto moderno io sono poco propensa al matrimonio perché sinceramente forse si dovrebbe rivedere il concetto e magari proporlo a tempo determinato con “voti” rinnovabili magari ogni tot anni. E’ una provocazione questa, ma sono sicura che in un futuro forse non troppo lontano, verrà adottato.

  9. Se il 35 enne non ti interessa allora non dargli corda.
    Ma siccome non hai di meglio da fare perdi tempo con sto morto di figa.
    Lo hai detto tu che non te ne frega niente di sto pirla, quindi perché continui a scrivergli?
    Le opzioni quindi sono 2: o vai dritta all’obiettivo finale e te lo porti a letto oppure blocchi il suo numero.
    Ci sono centomila app sono per bloccare chiamate e sms in entrata.

    È inutile che ti interroghi sul comportamento di lui.
    Pensa a quello che vuoi tu veramente…anche se probabilmente al momento regna sovrano il bho esistenziale.

    Della serie nessuno mi si fila e quindi al primo che fa lo scemo, anche se non me ne frega, gli do corda, tanto per fare qualcosa di diverso e sentirmi desiderata.

    A 22 anni gli uomini dovrebbero far pazzie per te e non dovresti sentirti lusingata da uno che ti scrive zozzonerie.
    In culo dovresti metterglieli i tacchi…altroché!