Home / PROBLEMI DI CUORE / Amore per la collega

Amore per la collega

Un caloroso saluto a tutti. Vi ringrazio già da ora se avrete la pazienza di leggere e mi scuso anticipatamente se scriverò in maniera poco chiara.
Non so più dove sbattere la testa, ho trovato questo sito per puro caso e vorrei avere dei consigli o anche solo un incoraggiamento per la mia situazione attuale. Faccio fatica a parlarne con chi conosco e a volte mi riesce meglio scrivere, a volte a me stesso, a volte, come in questo caso, qui, ad altre persone che probabilmente ci sono passati o più semplicemente hanno la mente più “lucida”.
Come da titolo, da circa un anno sono innamorato della mia collega con cui lavoro, più grande di me. Lavoriamo in una piccola azienda, siamo abbastanza a stretto contatto (è impossibile non vedersi) ogni giorno. Da sempre, abbiamo avuto un feeling speciale, un rapporto molto profondo. A settembre le ho confessato il mio amore, pensavo corrisposto e invece. Da allora sto cercando di farmene una ragione, ma è una fatica. Ho sempre, purtroppo, la speranza che un giorno mi svegli e trovi un suo “ti amo anch’io.”.
Questo rapporto mi sta consumando, sono sempre stato piuttosto “complesso” ma ora ho degli squilibri importanti.
Sto cercando di mantenere un rapporto di amicizia, lo stesso che abbiamo sempre avuto, non riesco a staccarmi, non posso fuggire e devo per forza far andare la situazione cosi com’è.
Devo digerire il fatto che lei non ha filtri con me, non ne ha mai avuti, e devo sopportare commenti su altri uomini, potenziali nuovi suoi compagni, con ovvie mie reazioni.
Ci sono giorni dove non dormo la notte perchè so che il giorno dopo mi aspetterà l’ennesima giornata di sofferenza e di mie maschere.
Non posso cambiare lavoro, lei nemmeno, non posso evitare di vederla, devo far andare avanti cosi la cosa.
Ma come?
Vi ringrazio per avermi letto e mi scuso nuovamente se non sono stato chiaro ma…è un casino. Ogni parola, consiglio o qualsiasi vogliate, è ben accetta.

da: Andrea

30 Commenti

  1. Intanto credo che la parola amore in un caso come questo sia inappropriata, piuttosto ti piace davvero tanto, la vedi come la tua donna ideale compatibilmente a come sei tu!
    Non è una situazione facile, talvolta ci sono donne o uomini che per loro natura approcciano l’altro sesso in un modo che può dar luogo a facili fraintendimenti. Non volermi male ma potrebbe essere che tu nel lungo tempo che la conosci l’hai idealizzata oltre misura e ti sei fatto trarre in inganno dal suo modo di fare.
    Comunque adesso la frittata è fatta, ce l’hai sotto gli occhi tutti i giorni e non è facile uscirne. Guarda fuori dal tuo posto di lavoro e fattene una ragione!

    • Ciao gabriele, grazie per la risposta… perchè dici che la parola amore sia inappropriata? Ciò che sento è quello, poi lo puoi definire come vuoi ma non si scappa, le emozioni sono quelle. E (purtroppo….) ho una certa età per non scambiarle per una cotta adolescenziale 🙂
      Lei è una persona bellissima, ma sicuramente l’avrò idealizzata, come spesso accade. Il problema ora è riportare alla realtà questa “idea”…
      Ciao!

    • la parola “amore” è sempre inappropriata , quando si parla di relazione tra i sessi

  2. Andrea mi sembra di aver capito che sei innamorato di una collega cui ti sei dichiarato ma dalla quale hai avuto un no come risposta. Certo è un bel problema perchè in questi casi la soluzione più pratica e meno dolorosa (il che non vuol dire che non faccia male…) è quella di non frequentare più la persona per cercare di dimenticarla. Purtroppo nel tuo caso la questione è che non puoi non vederla in quanto è una tua collega, la quale tra l’altro pare di una insensibilità terribile. Infatti continua a trattarti come prima e addirittura ti tortura con apprezzamenti su altri uomini oppure fantasticando su altre possibili sue relazioni con altri colleghi. Certo sei in un bel guaio. Ora se tu le facessi notare quanto sia indelicata nei tuoi confronti non credo che otterresti qualcosa. L’unica cosa che mi viene in mente è che potresti comportarti come lei: ricorda che a una donna fa sempre rabbia sentire un uomo che fa apprezzamenti su un’altra donna. Magari non farne di pesanti ma fai capire che non esiste al mondo solo lei e che di donne belle e anche intelligenti ce ne sono anche altre. Fai finta che lei non sia più nel tuo cuore (so che è difficile) e non farti vedere che pendi dalle sue labbra. Insomma falla aspettare se ti cerca, non fare più il suo cavalier servente. Se non funzionerà come tattica per farla avvicinare a te (riesce solo in rarissimi casi quindi non sperarci troppo) almeno ti sei tolto la soddisfazione di trattarla esattamente come lei tratta te.

    • Ciao Daniela, grazie per la tua risposta…La situazione è esattamente come hai descritto. Ho ricevuto tanti complimenti e tante manifestazioni di stima e affetto come persona ma la frase è sempre la stessa: “non è innamorata e non mi vede come un partner”.
      L’idea che hai pensato la condivido (anche al momento io stesso non ne vedo altre). Come hai detto tu ,mi viene difficile far finta di niente, dovrei fingere, sforzarmi di essere qualcos’altro e andare contro il cuore, ma credo sia un tentativo da fare, ahimè. Nei giorni passati ci ho provato ad adottare questa tattica, più per me stesso che per farla avvicinare (anche perchè mi ha ripetuto un discreto numero di volte che non capiterà ma nulla ) e nel frattempo, non so, spero funzioni e mi “guarisca” un po.
      Per la cronaca e per completezza, è capitato che io le abbia fatto notare (oppure che lo abbia notato lei stessa, guardandomi negli occhi) che certe uscite e apprezzamenti sono abbastanza insensibili e mi toccano. Come hai giustamente detto, non ho ottenuto granchè se non un “ma non posso più essere me stessa in questo modo”. Domani è lunedi e ricomincia la giostra emotiva…. Grazie per il tuo pensiero!

      • Bè caro Andrea penso che dovresti provare anche a togliertela dalla testa. Immagino che mi chiederesti “E come faccio, se la vedo tutti i giorni, se pendo dalle sue labbra e se ogni sorriso mi fa star male?” Ti capisco, e non sai quanto. E difficilissimo cercare di disamorarsi di una persona per cui si è presi una bella batosta. Ma l’unica cosa che mi viene in mente è cercare di farla cadere dal piedistallo da dove l’hai messa. Cioè devi trovarle dei difetti. E’ chiaro che se ti piace ne ha pochi. Ma vedi ne ha pochi proprio perché non li vedi perché ne sei innamorato. Hai fatto caso che quando ci si scopre non più interessati a qualcuno la riesci a vedere per quel che è veramente? Cioè una persona normale.
        Ecco io comincerei a notare questa sua insensibilità, il fatto di non preoccuparsi minimamente che i suoi apprezzamenti ti fanno male, oppure capirlo e continuare a farlo “perché altrimenti lei non è più libera di esprimersi come vuole”. E i tuoi sentimenti? Ecco questo già ti fa capire che è una persona un po’ egoista. Poi ci sarà qualche cosa che non ti piace di lei, o che guardando con più obiezione ti dà fastidio. Per esempio: ami la puntualità e invece lei è ritardataria. Ovvio che magari è puntualissima, ma ognuno di noi ha dei difetti che sono sopportabilissimi quando si è innamorati ma odiosi quando la persona non ci interessa più. Insomma è difficile, quasi impossibile, ma se ti metti a “farle le pulci” vedrai che usciranno anche i suoi difetti (quindi motivi per cui potrebbe non piacerti). Piano piano, forse alla fine ti renderai conto che in fondo è solo una ragazza come le altre, e che non esiste solo lei. Certo è difficile, molto, ma non impossibile. E’ un metodo che ho usato pure io e alla fine con molta fatica funziona. Perciò ti auguro di riuscire presto a guardarti intorno e trovare qualcun’altra cui il tuo interesse la farà invece felice.

      • Andrea, lascia perdere questa storia di trovar difetti negli altri. Potrai salutarla serenamente anche senza criticarla. Trovar difetti negli altri è insensibile e infantile. Di solito si usa per aumentare la propria autostima, dimenticando che magari noi ne abbiamo di peggiori. Andrea, l’anima non ha fretta. Non si possono fare calcoli. Ti sentirai solo avvilito, proprio perché c’è una forza più grande di te che non puoi governare e vorresti farlo, o ti dicono che si può. Arrenditi a quello che senti, non negarti: accettati. Prova a non porti troppi vincoli, e cerca di capire in quali intermezzi potete stare bene. Sempre se la ami…

        • Ciao Donovan, i miei sentimenti non sono in dubbio.
          Ho accettato tutto quello che dovevo accettare, sono consapevole di ogni mia emozione, di qualsiasi sfumatura essa sia. La questione non mi pare sia tanto l’essere infantile o insensibile, è solo una questione di svegliarsi il mattino e passare la giornata sereni e tornare a casa col un sorriso invece di piangersi addosso fino a tarda notte per poi svenire dal sonno..sono esausto, stanco di stare cosi, è questione di amor proprio e cercare di vivere ogni singolo momento il meglio possibile, come penso dovrebbe sempre essere. Se le soluzioni che cerco di adottare possono sembrare insensibili (e mi piacerebbe esserlo, te lo assicuro!!! ) o infantili, allora va bene, credo siano anche questi gli intermezzi di cui parli.

  3. Mi hai regalato un po di ottimismo e speranza… il fatto che tu stessa abbia passato, a quanto ho capito, la stessa cosa e ne parli al passato, mi da un forza. Daniela, non conosco la tua storia nello specifico, ma dalle tue parole traspaiono molti insegnamenti, come sempre accade in storie complesse o forti batoste … 🙂 Ti regalo un abbraccio per quello che hai passato e per il pensiero che mi hai dedicato.
    Mi viene difficile tutto, sono un fottuto emotivo, molti mi dicono che sia un pregio ma ora come ora lo vedo solo come un’arma affilata a doppio taglio, e tutto mi tocca. Ma tenterò anche questa cosa, non so molto bene come, non so come procedere, ma ci provo…. Lei stessa afferma che ci sta male, che questa situazione la fa soffrire perchè la mattina mi guarda negli occhi e a volte li vede spenti. Col risultato che lei non riesce ad allontanarsi più di tanto perchè “a me non può rinunciare”, e io men che meno ovviamente.
    Come sicuramente saprai, si amano anche i difetti, sono parte di quella persona, sono anche quelli che rendono tale quella persona che ti illumina gli occhi. Però capisco benissimo cosa intendevi dire, assolutamente. Devo tentare di tirarla giù da quel piedistallo che ho costruito. Al sol pensiero vado in pappa ma…non vedo davvero altre strade…
    Grazie…

    • …Non ho premuto il tasto rispondi… 😀
      Questa era la risposta per Daniela

      • Caro Andrea ho compreso che tu hai inteso bene quel che volevo dire. Non si tratta di sminuire una persona e innalzare, o tirare su, la nostra autostima dimenticando di avere difetti anche noi. E ti dirò non avevo assolutamente pensato a questa cosa. Io volevo solo far tornare la ragazza di cui sei preso così tanto, a un livello normale, cioè farla apparire come tutte le ragazze che conosci che possono piacerti ma di cui non sei innamorato. Insomma l’idea era di guardare più obiettivamente la donna amata.
        A me è capitato di credermi innamorata di una persona. Dico credermi perché, adesso con il senno di poi, riconosco che non era l’uomo giusto. Ma allora pensavo davvero di essere innamorata, e forse bè lo sono stata per un bel po’. Poi quella persona ha scelto un’altra, anche se fra noi c’era una bella intesa (anche se non siamo mai stati insieme era come se i nostri cervelli fossero connessi e mi sentivo compresa e capita come non mi era mai accaduto prima). Ovviamente avrei dovuto troncare subito l’amicizia, ma per varie ragioni non ho potuto. Perciò ho cominciato a cercare di vederlo con altri occhi. Occhi che non giustificavano e non volevano vedere a ogni costo pregi che non c’erano, o soprattutto un carattere che alla fine a me poco si adattava. Così a poco a poco mi sono accorta che forse era giusto così. Se non aveva scelto me era perché forse non ero adatta a lui e lui, ma l’ho capito solo dopo, non lo era per me.
        Non so se nel tuo caso questa cosa si possa adattare. Come ho detto quando si è innamorati le doti si esaltano e non si vedono tanti piccoli particolari che alla fine avrebbero fatto si che forse questa persona non fosse quella giusta per noi. E’ difficile, lo so, è come andare contro natura. Ma è pure vero che non si può continuare a farci male dedicandoci anima e cuore a una persona che prova per noi sentimenti diversi dai nostri (amicizia e non amore). Insomma, lo so rischio di apparire pratica, insensibile e sbrigativa, ma buttare anni dietro a una donna che purtroppo non ci ama, è un peccato oltre che estremamente doloroso. Ovvio che comunque vale sempre la regola di frequentare e allargare le proprie amicizie (dove si può)e di divagarsi e dedicarsi a fare cose che ci piacciono per evitare di pensare in continuazione a una sola persona che rende ancora più penosa quindi la situazione.
        Bè ti auguro di riuscire presto a ritornare felice.

        • Giuro che vorrei svegliarmi domani rendendomi conto che “credevo” di essere innamorato, come hai fatto tu…Niente più ansie, loop mentali, lacrime o visioni catastrofiche…E spero che questo senso di rassegnazione ed impotenza finisca perchè sono sfiancato.
          La tua storia è molto molto simile alla mia e davvero mi sta aiutando vedere come ne parli, anche solo per motivazione, penso tu possa capire come io sto capendo quello che mi comunichi e quello che hai passato in quel periodo.
          Una cosa che ho maturato in questi mesi è proprio quella dell’incompatibilità tra me e lei. Come penso sia evidente, al momento non sta bastando questo ma razionalmente so che non siamo fatti, purtroppo (e spero che un giorno questo “purtroppo” svanisca), per stare insieme. Lei ascolta Gigi D’Alessio, io gli Iron Maiden…. tanto per fare un esempio leggero leggero per sdrammatizzare un po…
          Per il resto, sono in una fascia d’età, diciamo cosi, abbastanza difficile per poter allargare conoscenze e amicizie…Mi sto tenendo, anzi mi sto proprio aggrappando ai fidatissimi amici che ho e alle passioni che gia una volta mi hanno permesso di uscire da una storia finita male.
          Grazie per le tue parole.

        • Bè Andrea non è una passeggiata. Ci ho impiegato mesi e ti dirò ancora adesso c’ho un debole per questa persona, ma ho la consapevolezza di sapere che non è affatto l’uomo adatto a me e il mio interesse per lui è andato sempre più affievolendosi.
          Certo ora non so questa ragazza come è per te, forse potreste essere adatti ma è comunque un discorso campato in aria dal momento che lei ti ha detto che non avrai mai possibilità in quel campo. Quindi c’è poco da fare se non mettersi l’anima in pace e cambiare direzione. Facile e dirsi molto più difficile da attuare.
          In ogni caso vorrei darti un consiglio: non entrare nella spirale del vederla sempre “perché lei a te non sa rinunciare”. So che tu aneli di stare sempre con lei e anzi questa frase ti piace. Ma ti illude, perché lei invece è talmente egoista che non vuole rinunciare alla tua amicizia ben sapendo di farti così del male. Ok ti vuole bene ma tu ne sei innamorato e ti trovi quindi in una situazione sfavorevole. Se fosse lei a essere nei tuoi panni magari t’avrebbe dato del bastardo insensibile ed egocentrico.
          Vorrei ancora dirti di non sentirti sminuito come persona solo perché a questa donna non piaci. Chissà quante altre ragazze ti apprezzerebbero se avessero la fortuna di conoscerti! Il guaio è che purtroppo non le conosci (e loro non conoscono te). A volte nella vita bisogna anche aver fortuna e magari trovarsi al momento giusto nel posto giusto. E io ti auguro proprio questo.

        • Capisco cosa intendi. Ci sono alcune persone che in un modo o nell’altro lasciano il segno. Credo sia importante “collocarle” nel posto giusto, passami il termine. Io stesso, e quello che dirò dai più viene presa come un’eresia, voglio molto bene alle mie ex e sono felice di vederle felici. Stiamo parlando di affetto, non dell’amore e dell’universo sentimentale di una coppia.
          Hai centrato il punto del “lei non sa rinunciare”…infatti lei stessa non riesce a rinunciare a me e, credimi, mi sono gia preso dell’insensibile perchè non penso al fatto (non veritiero tra l’altro..) che anche lei possa stare male.
          “Sminuito”: quante volte ho pensato a questa parola negli ultimi mesi 😀
          Razionalmente so che hai ragione, emotivamente…beh…
          sai bene quanto sia difficile una situazione del genere, io ci sono cascato e purtroppo una parte di me, quella più pessimistica, continua a pensarlo, con tutte le conseguenze del caso.
          Grazie Daniela!

  4. Perdonami Andrea se della tua lei penso male. Ma vedi la vedo parecchio egoista, e piuttosto una che vuole avere l’uomo ai suoi piedi che pende dalle sue labbra. Devi sapere Andrea che parecchie donne ci costruiscono un’autostima da urlo, su una situazione come la tua. Fregandosene ben bene dei patimenti del loro “amico” che non è affatto ricambiato ma solo sfruttato.
    Magari forse lei non è proprio così, ma io nel tempo purtroppo sono diventata piuttosto cinica e disillusa. In più, che devo dire, sono una donna, so come ragionano (non tutte ma parecchie).
    Ma a parte questo, ribadisco che devi avere più stima di te e pensare che sei una persona che vale. Pensa già che lei, anche se non ti vuole come fidanzato, ti apprezza e stima molto come amico. E questo non è poco. Un buon amico è una grande persona e tu lo sei. Vedrai che troverai anche qualcuna che ti apprezzerà, e molto, come compagno.

    • Quoto al 100% Daniela! Non si può aggiungere proprio nulla di più. Forza Andrea… vedrai che ne uscirai. Tienici aggiornati!

      • Che dire…grazie Daniela e Luisa per le vostre parole! Sto sforzandomi di vivere la cosa con un atteggiamento e un punto di vista diverso, di ricordarmi sempre di essere gentile con me stesso e di attaccarmi a tutti quei valori che so, fieramente, di avere (ma che me ne dimentico..) e anche alle passioni che aiutano tanto la mente ad alleggerirsi.
        A volte sembra funzionare, altre volte ovviamente no. Ma col passare degli anni, ho imparato a vedere ogni esperienza (sentimentale e non, chiaramente) come un arricchimento, un qualcosa che ti regala nuove possibilità.
        Sull’autostima, piano piano ci lavoro…come detto, è leggerissimamente scalfita 😀 Inutile negarlo. Quindi, a quanto pare, la sua autostima è inversamente proporzionale alla mia 😀 Buon per lei…
        Daniela, è normale che tu pensi male di lei, non sei l’unica, io stesso avrei pensato male se tu mi avessi raccontato la stessa cosa, lo capisco perfettamente.
        Un abbraccio!

  5. Fai bene e sono sicura che ce la farai. Non sembra francamente la donna adatta a te, capace di apprezzare la tua sensibilità.
    Certo capisco che non è facile… è un percorso lento e faticoso… Ma ne uscirai più forte e consapevole di prima. 🙂

    • Vedi, dirò un’ovvietà, ma anche il pensare “non è adatta”, quando provi qualcosa, diventa difficile…Avrei preferito una conferma più diretta, perchè è vero che il cuore acceca la razionalità, non so se mi spiego. Anche questo fa parte di questo percorso, come giustamente hai detto…Ci sto provando, che fatica 😀
      Grazie per le tue bellissime parole, Luisa! Mi hanno fatto molto piacere!

  6. Certo, lo capisco, però devi continuare questo percorso mirato a riprendere in mano la tua vita. Senza dubbio è una cosa difficilissima, ma devi farlo… se vuoi smettere di soffrire. Io non so se sia giusto o sbagliato, come dicevano alcuni prima di me, ma mi focalizzerei su quello che non mi piace di lei. Già partire dal fatto che mi parla di altri, fregandosene del mio sentimento per lei, mi farebbe notare la sua poca sensibilità (quanto meno nei miei confronti ) e il suo egoismo, nel momento in cui si indispone nel non poter più essere se stessa… dicendomelo pure!
    Questo caro Andrea deve farti riflettere e deve essere il punto d’inizio.
    Non significa screditarla o chissà che, ma tu faresti così con una donna che ti confessa i suoi sentimenti che tu non ricambi?
    Se l’impressione che ho avuto di te rispecchia la realtà, non credo proprio che tu ti comporteresti come lei… E questo presume che tu abbia empatia e rispetto verso il prossimo, cosa che dovrebbe un pò allontanare il tuo cuore da lei.
    Lo so che a parole è semplice, perché poi fai combaciare cuore e testa! Però devi farlo per il tuo bene!

    • E’ una situazione che non mi è mai capitata ma effettivamente starei attento a certe uscite, anche abbastanza squallide oserei dire. Non è questa gran fatica, e non credo che “l’essere me stesso” possa essere messo in discussione. Hai ragione.
      Sono partito da lì, cerco di essere il più tranquillo possibile, cerco di tenere a mente tutti i consigli che mi sono stati dati (anche qui!), cerco di volermi bene ogni giorno e cerco, senza risultati perché sono un po chiuso, di trovare distrazioni (non mi fraintendere, non vado a donne di facili costumi… 😀 ). E’ tutto un cercare 😀
      Sono contento dell’impressione che ti ho fatto 🙂 Grazie!

      • Ciao Andrea, credo che tu sei una ragazza, credo che non ti chiami “andrea” e che “andrea” si chiami questa persona che ti fa soffrire.
        Ti consiglio di parlare con Andrea e di aprirti e di dirgli tutto, senza paura, vedrai che le cose andranno bene.

  7. Ciao, scusami tu se son stato troppo diretto… Penso che dovresti chiamare o scrivere a questa persona e invitarlo a fare un aperitivo o meglio ancora a cena (magari in un posto particolare, in un posto originale, che sai che può piacergli, che ne so…magari un posto dove sono specializzati in funghi…). Passi una bella serata con questa persona a ridere e scherzare, una serata anche romantica…e poi se te la senti ti apri, ti confidi e gli parli, anche delle tue sofferenze. Da quello che ho letto son quasi certo che questa persona non è insensibile al tuo amore, anzi…! Credo che sia bello che ne parli qui e ti sfoghi…, ma sono dell’opinione che il modo migliore sia parlarne e sfogarti con questa persona… Il “non parlare” non porta da nessuna parte e peggiora le cose. Da quello che ho letto, c’è un fortissima intesa con questa persona e c’è molto molto di più… Potrebbe anche essere che ci siano state delle incomprensioni… E credo che il cuore di questa persona batta per te… Trova la forza di fare quello che ti ho consigliato e poi mi saprai dire se le cose saranno andate bene… Sono convinto che andrà tutto alla grande…

  8. Anzi tolgo il “quasi”…, sono certo che il cuore di questa persona batte solo per te… Fammi sapere come andrà…

    • Ah ora è chiaro, grazie per il chiarimento! Apprezzo tanto il tuo ottimismo, il tuo incoraggiamento e il tempo che mi hai dedicato, davvero.
      Purtroppo, ho già fatto tutto quello che potevo fare. Ho già detto tutto quello che dovev o dire, credimi.
      La situazione è ben chiara ai suoi occhi, ne parliamo da mesi e stiamo cercando di avere un rapporto “normale”. Il suo cuore non batte per me, il suo sguardo è rivolto altrove e il suo tempo è condiviso con altri.
      Più è più volte, mi ha detto quali cose “non vanno” in me rendendoli quindi un amico, forse uno dei suoi pochi veri amici. Non può fare a meno di me come persona speciale, mi vuole un bene dell’anima e per questo sarebbe anche disposta a sparire.
      Non sono pessimista o negativo, sto solo raccontando i fatti come un amico ti racconterebbe un film.
      Credo che sia un bene che sia andata cosi, siamo davvero tanto diversi. Ma..questo al mio cuore non interessa.
      Il mio stato a volte accusa il colpo, sono diventato di cristallo e sono davvero stanco di tutto questo.
      È brutto come sto vivendo. Non ne vale la pena. Arranco.
      Ma questi sono i miei sentimenti e questo è quello che succede ad un cuore infranto quotidianamente.

      Come detto nei commenti sopra, sto cercando con tutto me stesso di volermi bene, di ritrovare l’autostima, di essere sereno e di fare in modo di vedere il futuro in maniera meno rassegnata, con un po più di speranza. Non è semplice, alla lunga, accusi questo martellamento continuo… Cerco attimi di tregua ovunque, per fortuna ho tante belle passioni, delle grandi persone intorno e la consapevolezza di essere un guerriero, sin da quando sono nato.
      Scusa se mi sono dilungato ma era giusto che ti spiegassi la situazione. Grazie!

  9. Ciao! Ci sono molte contraddizioni in quello che dici… Questa persona è disposta a sparire…ma in realtà non può fare a meno di te…! Vi conoscete a fondo e c’è una grandissima intesa tra di voi…ma siete tanto diversi…!Sei un guerriero… ma non combatti per stare con questa persona…! Questa persona lo sa ch non dormi la notte per lei/lui…? Quest persona lo sa che la ami cosi tanto…? Hai mai detto esplicitamente a questa persona che vorresti che dedicasse più tempo a te invece che agli altri…? Sei sicura che questa persona sia cosi farfallona…? Oppure magari questa persona scherza e magari tu sei troppo gelosa e a volte enfatizzi e negativizzi troppo le cose…? Tutto quello che hai detto qui…l’hai mai detto esplicitamente e dal vivo a questa persona, prendendola per mano e guardandola negli occhi…? Hai mai raccontato a questa persona tutte le tue paure e quali sono le tue sofferenze…? Rimango dell’opinione che devi invitare questa persona fuori a cena (fai pagare la cena a questa persona 😀) e poi vuotare il sacco….! Hai scritto che non ne hai mai parlato a nessuno e ti riesce difficile farlo…, non chiuderti che è peggio…! E scusa se te lo ribadisco…, ma se davvero ci tieni a questa persona credo che ne valga la pena di provare ancora il tutto per tutto…! Potresti poi pentirtene se non lo fai e avere il rimorso a vita… Se sei un guerriero combatti!!! Non avere nessuna paura e pensa positivo…vedrai che i tuoi sogni si avvereranno! Prova e fammi sapere…. P.s. non ascoltare mai quelli che ti danno consigli negativi e ti dicono di lasciar perdere (magari basandosi sulle loro esperienze e sulle loro incapacità) perché per prima cosa ogni storia è diversa da un’altra…e secondo quelle persone di cui sopra sono di solito persone che hanno già perso in partenza… Prova a fare quello che ti ho detto e fammi sapere come andrà…! Forza!! 😃

    • Grazie per il tuo incoraggiamento! MA…
      Spiego.
      Le contraddizioni che leggi, non sono mie contraddizioni. Fa parte di tutto quello che mi è stato detto.

      Ho combattuto, le ho detto in faccia TUTTO perchè non ne potevo più.
      Quando dico “tutto”, intendo dire TUTTO: i miei sentimenti, i miei pensieri, le mie sofferenze relativamente a questa situazione, i miei incubi, i miei sogni… La risposta è sempre stata la stessa, molto chiara: “Mi dispiace, ci soffro che tu stia male ma io non provo quello che provi tu e non lo proverò mai, non posso darti ciò che vuoi”.
      Questa è stata la risposta più gentile… Poi sono passati i vari “non sei il mio tipo”, “sei troppo anticonvenzionale”, “sei troppo magro”, “sei troppo basso”, “sei troppo profondo”, “il mio ex mi portava alle maldive” (giuro che è vera), “c’è troppa differenza di età” e tutta una serie di “NON SEI ABBASTANZA” che, detti da una persona qualsiasi mi rimbalzerebbero, detti da lei, feriscono nel profondo e inizi a chiederti quanto cazzo vali realmente quando poi in realtà ci si dovrebbe fare un paio di domande sul suo di valore visti i discorsi. Inevitabile che io sia diventato più negativo, anche geloso come dici (e ti giuro che non lo sono mai stato), ossessionante a volte. Non mi piace quello che sono diventato e sto cercando di ritrovarmi.
      Detto questo, ti assicuro che non c’è più nulla da chiarire, lei sa tutto (anche troppo sinceramente), io pure, e non c’è nient’altro che io possa fare. Ma sinceramente, visti alcuni suoi comportamenti, non ho neanche più voglia di “impegnarmi” per lottare ancora. Voglio solo ritrovare ME al momento e farmi cicatrizzare sta ferita. Ora lotterò solo ed esclusivamente per questo.
      Grazie per il tuo pensiero e per il tempo che mi hai dedicato!

      • Ciao! Se veramente ti ha detto che non starebbe con te perché il “suo ex la portava alle maldive” e tu non la porti, allora facci una bella risata sopra e non portarla portarla nemneno a bere il caffè. È una persona di cui nessuno si innamorerebbe. Non considerarla nemmeno piu. E guardati attorno, il mondo è pieno di donne. Appena ne trovi una, portala alle Maldive e poi mandi le foto alla tua collega. Ahhhaa ahhaaa hahah. Buona fortuna! Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *